SELECTED WORKS / CHE FARE project
Che Fare

the performance

CHRISTIE'S MEMORABILIA

MASSE UND MACHT I

RENDERING

CHEFARE?

PELTIER

In occasione della pubblicazione sul giornale Artesera-Collezione del lavoro Chefare? (rivisitazione della celebre opera di Mario Merz del '68) ci è stato chiesto di esprimere un pensiero sul tema de 'la repubblica dell'arte':


Paradosso.

Se accadesse un evento che riguardasse le vicende dell'intera umanità, come potrebbe essere lo scoppio di una guerra mondiale, i giornali chiederebbero un articolo di fondo a un sociologo, a uno storico, a un filosofo, persino a uno scrittore, ma non a un artista o a un critico d'arte.


La pubblicazione è stata presentata in occasione dell'evento Artesera Live curato da Olga Gambari alla Fondazione Merz di Torino. Per l'occasione abbiamo presentato un intervento dal titolo Che Fare composto dai lavori Christie's Memorabilia (manifesti fronte/retro relativi alla vendita all'asta dei cartelli stradali che si trovavano in prossimità di Wall Street quando venne fatta esplodere la prima auto-bomba della storia), Masse Und Macht I dal progetto And The Stupid Was Moved To Tears (lastra in plexiglass colpita violentemente a formare delle piccole fratture luminose), una nuova versione dalla serie di lavori Rendering (un istante di un'esplosione 'congelato' all'interno di un blocco di gelatina), Chefare? (rivisitazione dell'omonima opera di Mario Merz del 1968 in cui la frase 'che fare?' viene fedelmente riprodotta con della polvere da sparo) e Peltier (prima sperimentazione con una piccola porzione di brina che compare e scompare su una superficie in vetro).